Chi siamo

Il Circolo Cultural-fotografico L’occhio sensibile nasce dall’idea di coniugare più forme di espressione in un unico contesto comunicativo, a partire da un’idea, venuta così per gioco durante una cena, di scrivere di getto delle poesie a commento di immagini fotografiche appena viste; l’esperienza maturata, ed il successo riscontrato, durante una mostra tenutasi presso la Chiesa della Spina a Pisa nel giugno del 2002, con immagini su Pisa di Enrico Andreini e poesie di Alessandro Scarpellini e Laura Salvadori, hanno portato in poco tempo alla decisione di costituire un circolo culturale che continuasse in questa direzione, quanto mai innovativa: il 20 settembre 2002 per volontà degli artisti appena citati e di un gruppo di fotoamatori da anni presenti sulla provincia pisana, viene costituito il nuovo circolo che eredita il nome da una mostra collettiva del Circolo Fotografico Pisano tenuta presso la sede espositiva La Limonaia di Pisa pochi mesi prima, circolo di cui hanno fatto o fanno tutt’ora parte molti dei fondatori dell’Occhio sensibile.

Il Circolo entra da subito a collaborare nelle attività delle Commissioni Cultura e Sociale della Circoscrizione 5 del Comune di Pisa ed ottiene la disponibilità dei locali della Circoscrizione per poter svolgere la propria attività, si prodiga di portare le proiezioni realizzate con diapositive dei soci ad un pubblico più vasto ed eterogeneo, organizzando e partecipando a serate presso i bar siti lungo il Viale Delle Piagge, a Pisa, all’interno del programma culturale Piaggiamoci, in collaborazione con l’associazione teatrale Gli amici di Mario (essa stessa facente parte della Circoscrizione 5), con la quale ha peraltro partecipato agli spettacoli “Quando ci batteva forte il cuore, ovvero un breve volo sugli anni ‘60” nel maggio 2003 (e repliche) e “I marziani alla conquista della Torre di Pisa” nel dicembre 2003, proiettando foto a tema durante lo spettacolo. Nel giugno 2003 ha tenuto le mostre “ Volterra: i fantasmi della legge 180” con foto di Enrico Andreini e Giancarlo Di Giovanni, poesie di Alessandro Scarpellini e Laura Salvadori, presso l’atrio di Palazzo Gambacorti (Comune) di Pisa, ed “Iran dai miei occhi” con foto di Tiziano Fiorenzani, presso la Biblioteca di Cascina.

Fino al 2006, ogni terzo venerdì del mese si sono tenute proiezioni fotografiche a cura dell’associazione “L’angolo dell’avventura” con opere realizzate durante i propri viaggi. Queste proiezioni hanno rappresentato un inestimabile documento per conoscere ogni volta un angolo diverso, spesso piuttosto remoto, del nostro pianeta, sotto aspetti paesaggistici, sociali e culturali piuttosto che notoriamente turistici.

L’appuntamento con la mostra collettiva è poi divenuto annuale, ed ha visto esporre foto sulle centrali geotermiche di Larderello nel 2004, sui mercatini antiquari nel 2005, sul territorio della Circoscrizione 5 nel 2006, a tema “Elementi e Colori” nel 2007 , su temi quali Animali, Piante e Fiori, Lavoro, Mare, Religione, Riflessi e Ritratto.

L’attività prosegue ad oggi con corsi di fotografia, serate soci e serate ospiti, ma il tutto si è centrato sulla sola fotografia, differentemente all’idea avuta in principio.

Per l’anno 2017-2018, i soci del circolo cultural-fotografico Occhio sensibile si riuniscono tutti i Lunedì sera alle ore 21:15 presso la Sala Lanteri dell’Istituto Lanteri a Pisa in Via San Michele 50 (vedi mappa).

Gli incontri hanno i più svariati temi, dalla visione di lavori svolti al commento di foto di grandi artisti, il tutto con la voglia di confrontarsi e condividere le proprie conoscenze ed esperienze.

Le serate sono aperte al pubblico e tutti possono parteciparvi.

 

Soci

 

Sede del circolo:
Istituto Lanteri – Pisa

Le riunioni del Circolo si tengono alle 21:15 presso la Sala Lanteri dell’Istituto Lanteri a Pisa in Via San Michele 50.

Per accedere alla sala, una volta passato il cancello di ingresso, entrare dalla porta del primo edificio alla vostra destra e salire le scale.