Francesco Pondrano (presidente)

Sono originario di Biella, trasferitomi a Pisa da qualche anno per motivi di studio.
Ed è proprio a Pisa tramite il Circolo L’Occhio Sensibile che, dopo un inaspettato regalo, ho ripreso il mio interesse per la fotografia: dapprima come “studente” del corso base di fotografia poi sempre più impegnato all’interno del Circolo presso il quale ho maturato gran parte della mia crescita fotografica.

In questi anni presso il Circolo oltre a frequentare amici con la mia stessa passione con i quali discutere, crescere e farmi ispirare ho avuto modo di contribuire direttamente all’associazione facendo parte del consiglio direttivo e collaborando alla realizzazione delle varie iniziative tra le quali lo stesso corso base in figura di “insegnante”.
Riguardo la mia fotografia, prevalentemente scatto in digitale (anche se non è mancata qualche escursione nel mondo analogico), in base ai soggetti alterno il colore al bianco e nero, sono convinto che per una piena fruizione le fotografie vadano stampate ma non disdegno i mezzi espressivi multimediali.
Mi sono cimentato in vari generi di fotografia, non ne escludo alcuno a prescindere ma ultimamente la mia attenzione si è spostata verso il paesaggio sia natuale sia urbano, e l’architettura anche industriale.
Stilisticamente mi piace che una fotografia abbia una certa pulizia tecnica in modo da rendere il più chiaramente possibile la visione del fotografo, ed è così che cerco di fotografare.

A volte c’è un’unica immagine la cui struttura compositiva ha un tale vigore e una tale ricchezza e il cui contenuto irradia a tal punto al di fuori di essa che questa singola immagine è in sé un’intera narrazione.

Henri Cartier Bresson

 

Spesso la composizione è davvero il mezzo migliore che un fotografo ha a disposizione per mostrare la complessità della vita; la struttura di un’ immagine può suggerire la forma che diviene bellezza.

Robert Adams